Gran Fondo Civitavecchia 2016

Prova percorso GF Civitavecchia 2016

Lunedì 25 aprile mi sono ritrovato con una mezza giornata libera e così decido insieme ad un amico di andare a provare il percorso GF Mari e Monti di Civitavecchia di quest’ anno. Dopo tanti anni di assenza dal mondo delle GF già lungo l’ autostrada riassaporo quella lieve brezza del mondo racing che tanti ricordi mi ha lasciato dal passato.

Arrivati al porto di Traiano a Civitavecchia, scarichiamo le macchine sotto una pioggia battente e con gps alla mano partiamo non solo per scoprire questa location gara a me sconosciuta, ma anche una zona da me poco frequentata in generale.

Siamo così partiti sotto condizioni meteo assurde quanto variabili, dove nel giro di mezz’ ora si passava dal caldo assolato al vento freddo intermezzato da una pioggia battente. Si inizia subito con una salita piuttosto impegnativa e lunga, dapprima su asfalto e poi su sterrato lasciandoci alle spalle il blu del mare per avvicinarci al verde della macchia dei monti della Tolfa dove questo percorso gara è interamente circoscritto, lontano dai centri abitati e totalmente immerso nei paesaggi bucolichi maremmani. Si scollina direttamente sotto i ripetitori a ritmo blando esplorativo e si rimane con l’ impressione che tale prima salita in gara farà una buona selezione per scremare il gruppo e affrontare i primi singletrack di questa zona con ognuno la propria posizione che si merita.

prova percorso Gran Fondo Civitavecchia 2016

Raggiunti i ripetitori il percorso prosegue con una parte tecnica tra le mie piu congeniali (ma ahime l’ unica della gara) ovvero un guidato stretto sottobosco molto divertente per poi proseguire con dei saliscendi che portano ad una lunga discesa piuttosto larga e veloce con tratti a roccia lastricata ma senza particolari difficoltà.

Ritornati quasi a Civitavecchia si svolta a sinistra e ha inizio una lunghissima e interminabile seconda salita… circa 20km quasi tutti sterrati e piuttosto pedalabili che portano a ridosso di Allumiere passando paesaggi naturali di estrema bellezza tra boschi, pascoli, mandrie e tanta, tanta macchia maremmana. Gli ultimi km sono in asfalto sul famosissimo recupero del Pistino.

prova percorso Gran Fondo Civitavecchia 2016

Dopo un po di leggera discesa su asfalto, ideale per ristorarsi, si passa il bivio con la Marathon e ci si butta su uno doubletrack su sterratone pieno di sassi e rocce dove l’ unico pensiero è tenere la bici stabile sullo sconnesso alle alte velocità. Finito il secondo discesone ci si ritrova su un vallone in compagnia delle sole mucche intraprendendo un micidiale tratturo in falsopiano su fango secco solcato che metterà a dura prova le vostre gambe, le vostre braccia, il vostro fondoschiena e la vostra tenacia.

Si riprendere poi a scandere su un altro sentiero roccioso per ritornare di nuovo alle porte di Civitavecchia, il conta km indica 50km 1400m e quindi gara finita ? Per niente… sorpresona finale… ci sono ancora circa 10km da fare per niente semplici, anzi… svolta secca a destra e si riprende a salire… pettatona taglia gambe… spiana un po su un tornante e poi ?… altra pettatona… e poi un’altra… un altra ancora su cementata…  un’altra serie di spaccagambe oltre il 20% stavolta su sterrato… insomma circa 5km tremendamente duri e crudi che fanno da ciliegina finale velonosa a questo tracciato !!!

prova percorso Gran Fondo Civitavecchia 2016

Scollinando su una sella si prende un’altra discesona sempre veloce e rocciosa non diversa dalle altre che porta ad un guado e dopo una serpentina ancora ripida in salita, il resto è tutto una velocissima discesa facile fino finalmente all’ arrivo.

Concludendo, secondo la mia modestissima opinione, è un percorso molto adatto a pedalatori e stradisti i quali avranno l’ opportunità di fare una buona media e macinare facilmente km. Tecnicamente, dopo un breve singletrack guidato piuttosto impegnativo nella zona dei ripetitori, non c’ è altro a parte la gestione del controllo delle traiettorie e dell’ equilibrio su discese veloci su fondi sassosi e rocciosi.

Per quanto mi riguarda non sarò in grado di fare una gara a tutta, il percorso alla fine è di 59km e 1800m e quindi per me sarà importante trovare il giusto ritmo nei primi 2/3 del percorso in termini di equilibrio tra il mantenimento di un buon passo e il mantenimento di freschezza per un gran finale !!!

 

Please follow and like us:

Lascia un commento